Category Archives: Real Estate News


Home Staging

Home Staging: come vendere casa velocemente

Se stai cercando di vendere casa senza riuscirci, probabilmente hai bisogno di un’operazione di home staging. Non è raro che bellissimi appartamenti fatichino a trovare acquirenti e persone interessate. Questo non vuol dire che questi immobili non siano appetibili, ma soltanto che probabilmente sono “presentati” male.

Ed è a questo punto che entra in scena una nuova figura professionale che si va sempre più affermando: l’home stager. Sono sempre di più i professionisti in questo campo (ed esiste anche un’associazione), segno che le loro competenze sono sempre più richieste.

Cos’è l’Home Staging?

Il termine significa semplicemente “portare sul palcoscenico (staging) la tua casa (home)”. Quindi quando parliamo di home staging, parliamo di una operazione di marketing immobiliare. Una figura professionale (home stager), a metà strada tra un interior designer ed un esperto immobiliare, va a valorizzare tutti i punti di forza di un immobile, nascondendo invece i punti deboli. Come se si trattasse di un vero e proprio spot, la tua casa viene presentata come se fosse esattamente quello che stavi cercando.

Magia? Niente affatto, un buon home stager deve conoscere bene il mercato immobiliare. Non solo, deve conoscere anche la zona, per evitare errori di budget e soprattutto per attirare la giusta potenziale clientela. Facciamo un esempio. Hai un monolocale, piccolo ma ad un piano alto. L’home stager metterà in risalto l’ottima luminosità dell’immobile, il prestigio del piano alto e la vista sulla città. E per evidenziare questi punti di forza anche l’annuncio conterrà fotografie di locali luminosi o con vista.

Le fasi del processo

Come dicevano, un’operazione home staging, non è una cosa semplice ma richiede competenze e professionalità, e si sviluppa in tre fasi principali.

Analisi e progettazione: In questa fase l’home stager visita l’immobile, effettua le sue valutazioni sugli spazi, sulla planimetria e diversi altri fattori. Ne scaturisce un progetto finale, con i lavori da effettuare, i materiali da utilizzare, tempi di esecuzione ed il budget previsto.

Home Staging virtuale: Fase importantissima del processo di vendita. In questa fase si procede alla realizzazione di un annuncio chiaro ed efficace, una serie di fotografie e rendering anche in 3D dell’immobile. Si realizza inoltre il cosiddetto “home book”, in cui vengono presentate tutte le rifiniture, i materiali, gli arredi che sono stati utilizzati nella realizzazione dell’immobile. Se si esegue anche questa fase con estrema cura, la fase successiva spesso diventa superflua. L’immobile stuzzicherà l’interesse di molti acquirenti e le richieste non mancheranno.

Home Staging Fisico: E’ la fase in cui si eseguono effettivamente tutti i lavori e gli allestimenti illustrati nel progetto iniziale. Si procede con la valorizzazione degli ambienti, dipingendo ad esempio le pareti con colori più caldi o più luminosi a seconda della necessità. Si posizionano gli arredi ed gli accessori in modo da ottimizzare gli spazi. Se si cura anche questa fase nei minimi dettagli, allora già la prima visita potrebbe essere quella in cui si concretizza la vendita. Far sentire un cliente come se fosse già a casa sua è il segreto di un home staging vincente.

Giorgio Viganò Real Estate premiata

Giorgio Viganò Real Estate premiata al LRE 2019

Anche quest’anno, come sempre, l’agenzia Giorgio Viganò Real Estate ha partecipato all’Annual Conference Leading Real Estate che si è svolta, come di consueto, a Las Vegas nei giorni dal 18 al 22 febbraio 2019. Ed anche questa edizione è stata un successo per la nostra agenzia. Anzi un doppio successo.

La Giorgio Viganò Real Estate è salita in fatti ben due volte sul podio in questa edizione. La nostra agenzia si è infatti aggiudicata il primo posto nel contest “Migliore carta intestata e biglietti da visita”, ed il terzo posto al “Top 5 Global Outgoing Sent Referrals”.
A ritirare i premi per la nostra agenzia c’era Benedetta Viganò, la quale dopo la premiazione ha poi dichiarato:

Il primo posto ricevuto per il marketing, ha premiato la sobrietà. Noi come Giorgio Viganò Real Estate ci siamo sempre voluti distinguere in questo. In fondo Milano è da sempre simbolo della moda made in Italy, sia l’emblema dell’eleganza.
Anche per questo avevamo l’obbligo morale di rimanere fedeli alla fama della nostra città nel mondo. 

Per questi motivi siamo particolarmente orgogliosi di avere ricevuto il massimo riconoscimento proprio in questa sezione. Non dimentichiamo che carta intestata e biglietto da visita rappresentano il primo impatto con il cliente”.
Anche per il terzo posto ottenuto nella categoria “Top 5 Global Outgoing Sent Referrals” è motivo di grande entusiasmo e soddisfazione. Sempre Benedetta Viganò ha dichiarato al riguardo:

Lo scopo principale e fondante di queste convention internazionali è proprio quello di promuovere la collaborazione tra agenzie, e l’interscambio di clienti. Vedere la Giorgio Viganò Real Estate al terzo posto, immediatamente dietro due agenzie più grandi per numero di uffici, dimostra che lavoriamo bene anche su questo fronte.”

Luxury Portfolio International in cifre

Il Luxury Portfolio International è la vetrina delle principali società immobiliari del mondo, la più grande rete globale di agenzie, dominata da molti dei più potenti intermediari di lusso indipendenti del mondo. A questo importante network partecipano agenzie di oltre 70 paesi nel mondo, tra cui appunto la Giorgio Viganò Real Estate. 

Le oltre 200 agenzie affiliate rappresentano la componente di lusso di Leading Real Estate che comprende 565 aziende, 4.300 uffici e 130.000 associati. Il fatturato dello scorso anno è stato di $ 372 miliardi di vendite, con oltre un milione di transazioni in oltre 60 paesi.

Con sede a Chicago, Luxury Portfolio International® è supportato dall’esperienza dei più rinomati e noti esperti nel settore immobiliare di lusso nei mercati di tutto il mondo.

Se vuoi scoprire altro sulla Giorgio Viganò Real Estate, clicca qui.

detrazioni fiscali per la casa 2019

Detrazioni fiscali per la casa 2019: cosa c’è da sapere

Come sempre, con l’avvicinarsi della fine dell’anno, ci chiediamo se le detrazioni fiscali per la casa saranno confermate, modificate o eliminate. Iniziamo quindi con la buona notizia, che farà piacere a moltissimi italiani: le detrazioni fiscali per la casa sono prorogate anche nel 2019.

Seppure con qualche modifica e revisione, quindi anche per il prossimo anno i contribuenti potranno avvalersi di queste agevolazioni. Un’altra buona notizia è che nelle detrazioni fiscali per la casa 2019, rientrano anche quest’anno gli ecobonus, il bonus per il giardino e il bonus mobili in caso di dell’arredamento.

Andiamo per ordine e cominciamo a vedere cosa prevede la nuova legge di bilancio 2019 in materia di detrazioni per ristrutturazioni edilizie.

Detrazioni fiscali per la casa 2019: Le ristrutturazioni edilizie

Il Governo ha prorogato il bonus ristrutturazione, che consente la detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare. Per poter usufruire del bonus è necessario aver effettuato i lavori tra il 26 giugno 2012 ed il 31 dicembre 2019.

E’ inoltre necessario aver saldato il pagamento di suddetti lavori di ristrutturazione tramite bonifico bancario.Bisogna ricordare che è possibile godere delle detrazioni IRPEF anche in caso di acquisto box.

Per conoscere tutte le informazioni per poter usufruire correttamente delle detrazioni fiscali per la casa, l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dei contribuenti un’intera sezione del sito (consultabile qui ) dove è possibile conoscere più da vicino il provvedimento.

Prorogato anche il bonus mobili ed elettrodomestici 2019

Era abbastanza prevedibile che in caso di proroga del bonus fiscale per la ristrutturazione edilizia 2019, sarebbe poi seguita anche la proroga del bonus mobili ed elettrodomestici. I due bonus infatti sono strettamente legati tra di loro.

Il principale requisito per poterne usufruire infatti è che l’acquisto di mobili ed elettrodomestici avvenga nell’ambito di una più ampia ristrutturazione edilizia, la cui data di inizio lavori deve necessariamente essere antecedente quella dell’acquisto dei mobili ed elettrodomestici.

Altri requisiti per poter accedere alle detrazioni fiscali per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici è che siano almeno in classe energetica A o A+, e che la somma totale non ecceda i 10.000 euro. Ultimo requisito necessario per poter beneficiare del bonus fiscale è la modalità di pagamento.

Mobili ed elettrodomestici infatti devono essere pagati tramite bonifico, il quale deve riportare la causale indicante la ristrutturazione edilizia, il codice fiscale di chi ne dovrà beneficiare, ed infine la partita IVA di chi esegue i lavori, o ha venduto mobili ed elettrodomestici.

Ecobonus 2019

Tra le proroghe delle detrazioni fiscali per la casa 2019, era ovviamente molto attesa anche quella relativa al cosiddetto ecobonus. Si tratta di una detrazione fiscale a favore di una persona fisica (detrazione IRPEF), oppure di un’azienda commerciale (detrazione IRES). Si applica ai lavori che vadano ad incrementare l’efficienza energetica dell’immobile, sia esso inteso come intero edificio, o singola unità immobiliare.

Le cifre massime stabilite nella legge di bilancio 2019 sono le seguenti:

  • 100.000 euro se si tratta di lavori di riqualificazione energetica dell’edificio
  • 60.000 euro se si tratta di installazione di impianti fotovoltaici oppure di interventi sull’involucro dell’intero edificio. Caso particolare riguarda gli infissi. Questi possono usufruire dell’ecobonus nel caso in cui la loro installazione vada anche ad aumentare l’isolamento termico dell’edificio. In caso contrario, a parità di efficienza energetica, si potrà comunque usufruire delle detrazioni fiscali per la casa 2019, quindi in misura del 50%
  • 30.000 euro per installazione di impianti di climatizzazione, pompe di calore, caldaie a condensazione, impianti di geotermia. L’ecobonus 2019 sarà usufruibile anche in caso di sostituzione di impianti esistenti. In questo caso, come per gli infissi, devono essere più efficienti dal punto di vista energetico per averne diritto.

Bonus verde 2019

La legge di bilancio 2019 ha stabilito anche il bonus verde rientri nelle proroghe delle detrazioni fiscali per la casa 2019. In questo caso stiamo parlando di una detrazione IRPEF, quindi a beneficio della persona fisica. Si applica in caso di spese per realizzazione o sistemazione di aree verdi e giardini.

L’importo massimo su cui è possibile applicare la detrazione è di 5.000 euro, ad una aliquota del 36%. Ne consegue che il massimo importo per la detrazione fiscale del “bonus verde 2019” può essere di 1.800 euro per unità abitativa.

Our Global Partners