detrazioni fiscali per la casa 2019

Come sempre, con l’avvicinarsi della fine dell’anno, ci chiediamo se le detrazioni fiscali per la casa saranno confermate, modificate o eliminate. Iniziamo quindi con la buona notizia, che farà piacere a moltissimi italiani: le detrazioni fiscali per la casa sono prorogate anche nel 2019.

Seppure con qualche modifica e revisione, quindi anche per il prossimo anno i contribuenti potranno avvalersi di queste agevolazioni. Un’altra buona notizia è che nelle detrazioni fiscali per la casa 2019, rientrano anche quest’anno gli ecobonus, il bonus per il giardino e il bonus mobili in caso di dell’arredamento.

Andiamo per ordine e cominciamo a vedere cosa prevede la nuova legge di bilancio 2019 in materia di detrazioni per ristrutturazioni edilizie.

Detrazioni fiscali per la casa 2019: Le ristrutturazioni edilizie

Il Governo ha prorogato il bonus ristrutturazione, che consente la detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare. Per poter usufruire del bonus è necessario aver effettuato i lavori tra il 26 giugno 2012 ed il 31 dicembre 2019.

E’ inoltre necessario aver saldato il pagamento di suddetti lavori di ristrutturazione tramite bonifico bancario.Bisogna ricordare che è possibile godere delle detrazioni IRPEF anche in caso di acquisto box.

Per conoscere tutte le informazioni per poter usufruire correttamente delle detrazioni fiscali per la casa, l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dei contribuenti un’intera sezione del sito (consultabile qui ) dove è possibile conoscere più da vicino il provvedimento.

Prorogato anche il bonus mobili ed elettrodomestici 2019

Era abbastanza prevedibile che in caso di proroga del bonus fiscale per la ristrutturazione edilizia 2019, sarebbe poi seguita anche la proroga del bonus mobili ed elettrodomestici. I due bonus infatti sono strettamente legati tra di loro.

Il principale requisito per poterne usufruire infatti è che l’acquisto di mobili ed elettrodomestici avvenga nell’ambito di una più ampia ristrutturazione edilizia, la cui data di inizio lavori deve necessariamente essere antecedente quella dell’acquisto dei mobili ed elettrodomestici.

Altri requisiti per poter accedere alle detrazioni fiscali per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici è che siano almeno in classe energetica A o A+, e che la somma totale non ecceda i 10.000 euro. Ultimo requisito necessario per poter beneficiare del bonus fiscale è la modalità di pagamento.

Mobili ed elettrodomestici infatti devono essere pagati tramite bonifico, il quale deve riportare la causale indicante la ristrutturazione edilizia, il codice fiscale di chi ne dovrà beneficiare, ed infine la partita IVA di chi esegue i lavori, o ha venduto mobili ed elettrodomestici.

Ecobonus 2019

Tra le proroghe delle detrazioni fiscali per la casa 2019, era ovviamente molto attesa anche quella relativa al cosiddetto ecobonus. Si tratta di una detrazione fiscale a favore di una persona fisica (detrazione IRPEF), oppure di un’azienda commerciale (detrazione IRES). Si applica ai lavori che vadano ad incrementare l’efficienza energetica dell’immobile, sia esso inteso come intero edificio, o singola unità immobiliare.

Le cifre massime stabilite nella legge di bilancio 2019 sono le seguenti:

  • 100.000 euro se si tratta di lavori di riqualificazione energetica dell’edificio
  • 60.000 euro se si tratta di installazione di impianti fotovoltaici oppure di interventi sull’involucro dell’intero edificio. Caso particolare riguarda gli infissi. Questi possono usufruire dell’ecobonus nel caso in cui la loro installazione vada anche ad aumentare l’isolamento termico dell’edificio. In caso contrario, a parità di efficienza energetica, si potrà comunque usufruire delle detrazioni fiscali per la casa 2019, quindi in misura del 50%
  • 30.000 euro per installazione di impianti di climatizzazione, pompe di calore, caldaie a condensazione, impianti di geotermia. L’ecobonus 2019 sarà usufruibile anche in caso di sostituzione di impianti esistenti. In questo caso, come per gli infissi, devono essere più efficienti dal punto di vista energetico per averne diritto.

Bonus verde 2019

La legge di bilancio 2019 ha stabilito anche il bonus verde rientri nelle proroghe delle detrazioni fiscali per la casa 2019. In questo caso stiamo parlando di una detrazione IRPEF, quindi a beneficio della persona fisica. Si applica in caso di spese per realizzazione o sistemazione di aree verdi e giardini.

L’importo massimo su cui è possibile applicare la detrazione è di 5.000 euro, ad una aliquota del 36%. Ne consegue che il massimo importo per la detrazione fiscale del “bonus verde 2019” può essere di 1.800 euro per unità abitativa.