Category Archives: GUSTANDO


Capra e Cavoli, cibo fatato in un giardino d’interni all’Isola

Quando sono entrata da Capra e Cavoli ho avuto la sensazione ariosa di essere all’aperto, la sensazione festosa di essere in vacanza e quella accogliente di essere a casa. Qui il relax è una cosa seria! E se sei rilassato sei pronto per gustare, assaporare e far tuo un accostamento sapiente e salutare di pietanze davvero unico, delizioso ed equilibrato. Barbara Clementina Ferrario è l’anima e lo chef, la vedi girare per i tavoli con sicurezza e allegria, come farebbe una padrona di casa. Quando entri nel grande appartamento sei avvolta dall’atmosfera fatata e country chic creata da piante, tavoli in legno grezzo, sedie rivestite di stoffe diverse floreali e quadrettate, ombrelloni aperti con le lucine appese… Quasi fosse sempre estate, quasi fosse sempre festa. La scelta è infinita perchè si può passare per pranzo, venire a cena o per un aperitivo, gustare un lungo e ricco brunch o portare tutto a casa. Sono venuta a pranzo e ho provato uno dei fantastici 4, piatti unici equilibrati. La mia scelta è stata vegetariana con involtini di melanzane ripieni di verdure, riso nero e carote allo zenzero con mousse salata di tofu con teriyaki. Meraviglioso, il cibo si amalgamava al palato lasciando che ogni sapore esplodesse. Ma le proposte sono anche su carne e pesce. E chissà per cena e chissà all’aperitivo. Tra tutti però sogno il brunch, so che organizzano un ricco buffet, chissà la meraviglia delle torte fatte in casa seduti tra ombrelloni e fiori per una perfetta sunday morning

Capre e Cavoli

Via Pastrengo 18

    Quartiere Isola

      https://www.capraecavolimilano.it

        0287066093

           
            
            
           

           
         

        Pizza sharing da Briscola, Pizza Society

        Voglia di pizza ma dubbiosi nella scelta? Problema risolto con le “Pizzine”, 10€ e arrivano due pizzine (non tanto “ine” peraltro) a tua scelta dall’ampio elenco e niente posate ma la classica rotella tagliapizza. Morale, una cena diventa un divertente scambio di assaggi continui… Il pizza sharing nasce così, l’atmosfera é informale ma contemporanea con grafiche divertenti e moderne. La sorpresa più bella? La qualità! La farina usata è della qualità migliore “Della Giovanna” integrale, non ha subito imbiancamento artificiale ed è integrata con germe di grano vivo, impastata e lasciata lievitare per 24 ore in una speciale meditation room interna. Il pomodoro è un vero San Marzano e la mozzarella è un fior di latte campano che rilascia poca acqua in cottura. Il risultato é una pizza dai bordi soffici e la base croccante che è una prelibatezza.. Bando anche alle trash pizze wurstel e patatine, qui solo pizze con ingredienti veri e sani, accostamenti tradizionali o con un twist made in Italy. Se avete creatività o volete andare sul sicuro vi potete poi costruire la vostra pizza di dimensione normale con gli ingredienti che volete. E se siete pigri? Niente di più facile, si ordina e arriva oppure si passa a prendere. Unica pecca solo due dessert a scelta… Ma forse ci si potrebbe costruire la propria pizza dolce!

        Briscola – Pizza Society, Via Fogazzaro 9 – MM3 Porta Romana – 025455496 – briscolapizza.it

           
             

        Appuntamento con il contadino

        Appuntamento con il contadino

        Stufi della verdura di plastica del super? Stufi di vedere che la mela arriva dalla Cina? Ho scoperto Kalulu. Scegli i prodotti che ti interessano, fatti solo da piccoli produttori locali, e la zona di ritiro a Milano che ti è più comoda: Kalulu ti segnala le offerte vicinissime a te, un vero Km0, biologico e biodinamico.  A questo punto non ti resta che aspettare il giorno della consegna, recarti nel luogo concordato e ritirare la merce direttamente dalle mani del produttore. E dunque oggi puntuale alle 11.15 come promesso era lì con il suo van. Ho ritirato la mia cassetta di frutta e verdura biologica profumata e fresca e un dado biologico in vasetto che é pazzesco. La cassetta da 8kg costava €20.00 ed era piena di cose buonissime. È vero ci sono quelli che te la portano a domicilio ma ti obbligano ad abbonarti mentre qui sei tu che decidi di volta in volta se l’offerta ti serve o no, poi gli altri sono più cari e io non ho la portineria e non so mai quando arrivo a casa… Vuoi mettere poi a stringere la manu ruvida al tuo contadino???  

          

             

        Negozio Leggero, la spesa alla spina – un tuffo nostalgico nella bottega del futuro.

        Negozio Leggero è la nuova bottega con interni colorati e creativi che, seppur iper-moderna, conserva assolutamente quella sensazione di essere accolti e guidati in acquisti di qualità che vengono fatti con il cuore, ancor prima che con la gola. C’è un bel sogno del quale tutti noi possiamo far parte: gli imballi sono banditi e tutto è così, a vista, proprio come una volta, dove si poteva guardare, chiedere e prendere anche solo un assaggio o di più.

        L’assenza degli imballi evita gli sprechi, soprattutto lascia spazio a un bel risparmio su moltissimi prodotti e fa emergere la qualità dei piccoli produttori accuratamente selezionati che non ha alcun bisogno di essere abbellita da confezioni accattivanti. Daniela, padrona di casa, conosce ogni prodotto, lo accarezza con gli occhi, sa dove viene. Ascolto, dietro a ogni contenitore in vetro c’è il racconto di  chi lavora con passione, proprio come i vecchi bottegai. Finalmente vedo un progetto concreto di sostenibilità.

        Incredibile la varietà, sbircio ovunque all’interno dei tantissimi contenitori di vetro e mi sento come quando, da bimba, entravo dal caramellaio di Viale Montenero che aveva la boccia con le caramelle mou. Le caramelle peraltro ci sono, bellissime, fatte con metodi artigianali, colate a freddo, buonissime. Ma ci sono anche mille altre possibilità, dai muesli croccantosi, ai caffè selezionati o alle tisane artigianali per il breakfast, alle paste e al riso fino alle spezie, la frutta secca e le farine. Non mancano i prodotti per la casa, detergenti che, per ragioni igieniche, hanno il vuoto a rendere (fortissimo schiacciare alla spina!) e gli spazzolini, cui puoi cambiare poi solo la testina. Divertenti anche il profumo per ambienti con tanto di bacchette di legno da comprare per farsi il proprio profumo, perché no, nel contenitore di casa preferito.

        Cedo e ordino il mio bottino: preparato artigianale di risotto alla rosa e funghi porcini, risotto alla fragola e limone, noci pecan che mi fanno tanto Usa e infine, a due passi dalla cassa, mentre assisto incantata alla preparazione dei sacchettini con lo scotch e alla paziente scritta a matita del contenuto (tanta nostalgia…), davanti agli occhi si materializzano pane fatto in casa e uova fresche biologiche. Faccio subito mio il pane di zucca giallissimo, con uvetta e semi di girasole, quello casereccio con le olive taggiasche magari la prossima volta. Mi spiega che è fatto in un forno speciale e con il lievito madre, durerà giorni (sì, ma scoprirò presto non a casa mia). Esco piena di pacchetti, sacchetti ovvio neanche a parlarne, prometto che la prossima volta vengo di sabato per gustarmi tutti contenitori in pace. Magari vado in bici, invece che in motorino, e con il cestino di paglia. Vabbè lo so bici e cestino magari non sarà, ma oggi proprio mi sento felice.

        Negozio Leggero – la spesa alla spina

        Via Anfossi 13 – Tel. 02.99205762
        Mar-Sab 10:00-14:00 / 16:00-20:00
        Sab 9:00-20:00

        https://www.negozioleggero.it/

        Negozio Leggero@milanesando.wordpress.com Negozio Leggero@milanesando.wordpress.com Negozio Leggero@milanesando.wordpress.com Negozio Leggero@milanesando.wordpress.com  Negozio Leggero@milanesando.wordpress.com Negozio Leggero@milanesando.wordpress.com Negozio Leggero@milanesando.wordpress.com

        Una serata di tarda estate che profuma di prato a venti minuti da casa

        Metti la prospettiva di un uggioso weekend a Milano con un venerdì sera impolverato di routine ma che profuma ancora d’estate. Decisione di pancia, usciamo!, ma via, fuori nel verde (espressione tipicamente Milanese…) e mentre la città si allontana, guidati dal navigatore (oggetto tipico del Milanese nel verde), ecco materializzarsi una sorpresa inaspettata: Cascina Selva a Ozzano. Non so se è stato solo il tramonto e quel profumo buono di campagna ma la vista è stata magica. Prati ovunque, odori che sapevano di cose vere, di fichi, di rosmarino, di fieno. La cascina era illuminata e il tepore della sera rendeva possibile guardarsi intorno seduti nell’aia ghiaiosa con vasi di fiori e fronde di glicine cascanti, con le sedie protette da un grande fico, l’immancabile calcetto e i cani che scorrazzavano inseguendo una partita di calcio improvvisata tra bambini di ogni età (tra cui i nostri). Abbiamo cenato con la faccia allegra dentro la vecchia stalla ristrutturata, con le travi, la vecchia stufa, gli arnesi appesi accanto alle vecchie foto sui mattoni a vista. L’ambiente è semplice ovvio, i Nobu addicted si astengano, ma il menu  è stato una delizia, con prelibatezze a Km 0 (che significa: non mi muovo più da qui) che avevano sapori reali, presentazioni ordinate e attente ma soprattutto erano servite con un largo sorriso, con quell’abbondanza pronta persino  al bis. Gnocco fritto con salumi di ogni taglio, formaggi prodotti da loro con marmellata di pomodori verdi e fieno, risotto perfetto con erbette e formaggio locale, arrosto ai funghi con minuscole patate novelle da mangiare con la buccia e infine un tripudio di dolci torta al cioccolato, torta mandorle e pere, mini strudel di mele, tutta frutta cresciuta lì (e beata lei). E per finire liquori fatti in casa, quello alla camomilla è da perdere la testa. Si può anche dormire nelle 5 stanze ristrutturate. Se volete fare un giro andate domani, domenica 29 Settembre perché tutto il giorno la cascina è aperta e vive di laboratori didattici (di formaggi, di pane, di pasta fatta in casa, di costruzione di spaventapasseri) e fa bella mostra di sé, di tutti gli animali, del maneggio e del duro lavoro di chi la rende così speciale. Magari la vedete di giorno e mi dite com’è!

        Cascina Selva – Azienda Agricola e Agrituristica

        20080 – Ozzero (MI)

        info@cascinaselva.it

        https://www.cascinaselva.it/

        Tel. +39 02 9407039

        Menu a scelta 20€ o 28€ adulti; 10€ bambini fino a 10 anni

        MAROTIN, un bistrot cuorcontento

        Sarà per quell’aria da bistrot parigino, quelle pareti pastellate che non possono che odorare di buono, per gli arredi in ferro e i tavoli piccoli dove non puoi che star vicino… ma invece di essere intellettual chic e un po’ chiccosamente imbronciati a me questi ragazzi di Marotin mi sono subito stati super simpatici, con quel calore da bar di quartiere di chi fa il proprio lavoro con allegria, entusiasmo e passione. E’ tutto buono, buonissimo! A colazione o merenda, beh è il regno dei dolci e cornetti da pasticceria fatti da loro, torte sfiziose presentate su altarine come se fossero gioielli…. Uhm uno spettacolo da gustare con il profumo del caffè fresco circondata dai barattoli in vetro di biscotti fatti in casa. Ma anche all’ora di pranzo non resterete delusi, componi il tuo bel piatto di porcellana con torte salate fatte in casa, pesci, carni ben cucinate e un tripudio di verdure strabuone. Ci proverete a resistere ma una fetta di torta alla fine non ce la farete a non mangiarla, dividerla, portarla via.

        MAROTIN
        Via Archimede, 59 – angolo Via Mameli
        20129 Milano
        0273957790

        Our Global Partners